Va e ripara la mia Casa

PARROCCHIA DI SANT’ANTONIO PORTICI
Obiettivo
€ 20.000
Sostenitori
85
Countdown
Concluso
Raccolti
€ 20.200,00

Obiettivo raggiunto :)

#laNostraCasa 
Condividi

PROPONENTE: PARROCCHIA DI SANT’ANTONIO PORTICI

La chiesa di S. Antonio da Padova è il contesto francescano più antico della città di Portici.

Il piccolo cenobio di frati minori conventuali nacque nella seconda metà del ‘300 per volere di un nobile napoletano e col tempo divenne un punto di riferimento per i fedeli della zona.

Una leggenda vuole che lo stesso san Francesco sia passato in questo luogo durante un suo pellegrinaggio e abbia fatto scaturire col suo bastone un pozzo ancora esistente nel chiostro.

Con l’arrivo dei Borbone di Napoli che costruirono una delle loro residenze estive a pochi metri dal convento, la bella Reggia di Portici, la chiesa fu intitolata al santo di Padova per volere del re Carlo e continui furono i rapporti dei francescani con i dinasti spagnoli.

Illustri ospiti fecero visita al convento, quali il grande archeologo Winckelmann, durante la sua visita ai vicini scavi di Ercolano, padre Antonio Piaggio, inventore della prima macchina per srotolare i papiri carbonizzati scampati alla furia del Vesuvio del 79 d.C. ritrovati ad Ercolano, e  Papa Pio IX, ospite della famiglia reale,  che vi celebrò una messa nell’ottobre del 1849.

Tra i tanti tesori che rendono questo complesso monumentale uno scrigno prezioso di opere d’arte e testimonianze della storia vi è anche l’affresco della volta dell’altare maggiore della chiesa, opera del pittore Angelo Mozzillo del 1793, raffigurante la gloria della Resurrezione di Cristo, venuto giù improvvisamente in un crollo rovinoso della cupola, verificatosi lo scorso giugno forse a causa di infiltrazioni.

E’ nato dunque il progetto “Va’ e ripara la mia casa” dalle parole del crocifisso di San Damiano che parlò a san Francesco, volto a finanziare parte del restauro del soffitto dell’altare.

Parole così attuali che ancora oggi toccano il cuore di tutti coloro che vorranno contribuire nel far tornare questa chiesa al suo splendore di sempre.

 

commenti
Il 6 Ottobre 2017, Paola ha scritto:
Punto di riferimento del territorio, luogo di aggregazione per decine e decine di giovani, casa spirituale accogliente e festosa. Tornerai agli antichi splendori
Rispondi a Paola
progetti correlati
Cosa intendiamo fare? Il terremoto del 26 dicembre 2018 che ha interessato la zona etnea ha determinato crolli e rovine nel territorio di Pennisi, frazione a Nord di Acireale, una delle zone più colpite insieme a…
mancano 15 giorni
raccolti € 3.500,00 (70% )
  Cos’è “E’ di scena la comunità”? Il progetto " E’ di scena la comunità "vuole riqualificare la sala polifunzionale della parrocchia SS. Crocifisso e S.Rita.…
mancano 23 giorni
raccolti € 4.110,00 (21% )
Cos’è “Viva Lab”? VIVA LAB è uno dei raggi che si dirama dalla Sfera OPIAS, progetto di portata nazionale, teso a coinvolgere competenze specifiche e reti qualificate per contrastare e…
mancano 63 giorni
raccolti € 1.830,00 (14% )