San Potito ad Alta Voce

Ass. culturale Ad Alta Voce
#SanPotito 
€ 20.000
OBIETTIVO
81 gg
TIMING
0%
Totale raccolto € 9.563,00

 

Che cos’è San Potito ad Alta Voce?

San Potito ad Alta Voce è un progetto che nasce non solo dall’esigenza di restituire un bene culturale, storico e religioso alla cittadinanza, ma anche e soprattutto nella volontà di restituire il diritto “a vivere la cultura” nella città di Napoli, costruendo una rete di solidarietà e supporto da parte di tutta la collettività.

Tutto questo è possibile attraverso la creazione di un’Accademia permanente che l’Associazione Ad Alta Voce intende realizzare all’interno della storica Chiesa di San Potito.

 

Perché un’Accademia permanente?

Il progetto ha lo scopo di dare avvio ad un nuovo rinascimento culturale che restituisca a Napoli la dignità di capitale dell’arte e dello spettacolo. L’Accademia diventerà punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale, di produzione artistica e fucina di idee innovative nel campo della musica, della recitazione, della comunicazione, promuovendo al contempo un cambiamento sociale, culturale ed economico dinamico a largo raggio.

 

Grazie a questo progetto potremo:

  • creare un centro di eccellenza italiano che diventi il punto di riferimento per la formazione e il perfezionamento di figure qualificate nel campo del canto, del musical e della danza;
  • trattenere la fuga di giovani talenti, dotati di capacità naturali e competenze acquisite, che possano esprimere le potenzialità formative e lavorative attraverso un centro di perfezionamento unico nel suo genere;
  • convertire l’attuale tendenza a fare delle discipline in questione un mero prodotto di massa, volgarizzato e de-naturalizzato, in una vera scuola di pensiero educativo che possa trainare i valori dell’istruzione, del lavoro, della disciplina, dell’eccellenza in generale;
  • attrarre risorse ed investimenti provenienti da ambiti diversi ma “trasversali”, in un progetto che nasce sotto un’ottica di politica giovanile in senso stretto ma che abbraccia la politica dei beni culturali in senso lato, della diffusione del sapere e di una politica di formazione e istruzione del patrimonio artistico da far conoscere in Italia e nel mondo;
  • diffondere una cultura giovanile che si fa portatrice di valori sani, con uno sguardo alla dimensione divulgativa di una best practice e alle ricadute positive nel tessuto sociale.

 

Come verranno utilizzati i fondi?

Obiettivo primario dell’Associazione culturale Ad alta voce è quello di restaurare la sacrestia della chiesa di San Potito, in modo tale da poterla destinare alla formazione d’aula, attraverso l’istituzione di laboratori musicali, recitazione e managment dello spettacolo.

 

Dove si trova la Chiesa di san Potito?

La chiesa di San Potito, in via Salvatore Tommasi, si trova all’apice dell’omonimo colle, poco a nord della chiesa di San Giuseppe de’ Vecchi, tra le scomparse Fosse del Grano, le ultime propaggini del Borgo dell’Avvocata e Salvator Rosa. Rientra nel variegato mondo delle chiese chiuse del centro storico della città, dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 1985, ed afferma la testimonianza storica del passaggio di quelle monache divenute famose per esser passate da Basiliane a Benedettine in una sola notte.

 

Chi siamo noi:

L’Associazione culturale Ad alta voce nasce nel 2003 con l’intento di promuovere la scoperta di nuovi talenti musicali, sostenere qualsiasi tipo di attività che avvicini ogni classe sociale alla musica ed alla cultura musicale. L’associazione inoltre promuove la costituzione di gruppi di studio per la partecipazione a progetti di ricerca di interesse nazionale ed europeo nel campo della musica e di altre espressioni artistiche ad essa collegate.
 

 

METODI DI PAGAMENTO

CONDIVIDI

PROPONENTE

Ass. culturale Ad Alta Voce
       
Il 12 Giugno 2017, Mattia Rosario Rusciano ha scritto:
Un grande in bocca al lupo al Maestro Carlo Morelli per questa sua nobilissima iniziativa ! Mattia Rusciano!
Rispondi a Mattia Rosario Rusciano
Il 22 Maggio 2017, Aldo Perrotta ha scritto:
Un grande augurio al M° Carlo Morelli per la splendida iniziativa. L'arte e i giovani hanno bisogno di sostegno e comprensione. Ciao Carlo.
Rispondi a Aldo Perrotta
Il 18 Maggio 2017, Rosa Bianco ha scritto:
Rispondi a Rosa Bianco
Il 17 Maggio 2017, Ernesto Sansone ha scritto:
Complimenti al maestro Morelli per questo meraviglioso progetto... Grazie per quello che fa per Napoli, per l'arte, per la musica, per i suoi ragazzi .... grazie !!!
Rispondi a Ernesto Sansone
Il 16 Maggio 2017, Rosa Bianco ha scritto:
Rispondi a Rosa Bianco
Il 15 Maggio 2017, Carlo morelli ha scritto:
Caro Dr. Donzelli grazie della stima e delle belle parole che hai scritto. Il tuo aiuto è prezioso per noi
Rispondi a Carlo morelli
Il 11 Maggio 2017, Gianni Donzelli ha scritto:
Non conosco il progetto, ma conosco Carlo Morelli persona seria e perbene appena rientro a napoli daro' il mio contributo economico buon lavoro
Rispondi a Gianni Donzelli