EIPASS Il passaporto contro la violenza di genere

Città senza periferie
 
€ 12.000
OBIETTIVO
96 gg
TIMING
0%
Totale raccolto € 190,00

Il progetto “EIPASS (Educazione, Informazione, Partecipazione Attiva, Socialità, Sport) - Il passaporto contro la violenza di genere” ha l’obiettivo di incidere in maniera efficace sulla condizione di marginalità e debolezza sociale in cui versano tuttora le donne, soprattutto quelle giovani donne che vivono in quartieri periferici e ad alto tasso di dispersione scolastica come risultano essere, tra gli altri, quelli dei quartieri ricadenti nella Settima Municipalità del Comune di Napoli (Miano, Secondigliano e San Pietro a Patierno), in cui pregiudizi e discriminazioni di genere diventano più pressanti.

Il progetto, dunque, consta di due azioni fondamentali, autonome nella loro realizzazione ma integrate nell’articolazione dei singoli interventi:

  1. Sensibilizzare ed educare nelle scuole, attraverso una serie di laboratori interattivi (definiti “Laborattori”) e grazie all’attivazione di una scuola calcio a 5 al femminile;
  2. Proporre percorsi di autoconsapevolezza e di partecipazione diretta ad attività di carattere socio-culturale attraverso una serie di incontri tematici (“Incontri non per caso”).

Con la somma di 12.000 euro si vuole garantire la partecipazione attiva delle donne coinvolte, proiettando le stesse a vivere un’esperienza da protagoniste e non da semplici spettatrici, seppur interessate. Un percorso da condividere con il territorio, che accende i riflettori sul grave e più che mai attuale problema della violenza sulle donne e che tende ad incoraggiare la loro capacità/volontà di affrancarsi e autodeterminarsi attraverso la conoscenza, la partecipazione diretta e il fare rete; una iniziativa che, anche attraverso la pratica sportiva e il gioco del calcio, la disciplina sportiva più popolare nel nostro Paese, ha una grande potenzialità di penetrazione nella popolazione, soprattutto tra le fasce più a rischio di marginalizzazione sociale e, pertanto, porta con sé una forza comunicativa che va ben oltre la platea femminile.

“Città senza Periferie” è un’associazione di volontariato nata nel 2006 dall’iniziativa di alcuni cittadini residenti nelle aree nord ed est della città di Napoli con l’intenzione di promuovere e diffondere, lo sviluppo socio-culturale, economico ed artistico in aree particolarmente depresse e marginalizzate della città.

L’associazione, senza scopo di lucro, è impegnata in attività tese alla promozione di iniziative umanitarie e culturali, alla sensibilizzazione verso i problemi relativi al disagio e alla sofferenza, alla difesa dell’ambiente, alla cultura della legalità e dei diritti civili.

La campagna di crowdfunding   “EIPASS (Educazione, Informazione, Partecipazione Attiva, Socialità, Sport) - Il passaporto contro la violenza di genere”, da realizzare con il supporto fondamentale del Consorzio Proodos, in collaborazione con Mestieri Campania - Agenzia per il Lavoro e S.S.D. Stella Splendente, e sostenuta da Gesac-Aeroporto Internazionale di Napoli, vuole affrontare il tema della violenza maschile sulle donne secondo l’ottica della differenza di genere, collocando le radici di tale violenza nella storica, ma ancora attuale, disparità di potere tra uomini e donne nella vita pubblica e privata.

con il supporto di:




METODI DI PAGAMENTO

CONDIVIDI

PROPONENTE

Città senza periferie

SEGUI IL PROGETTO SUI SOCIAL